SITA Wikipedia

Natura e finalità

La “Società Internazionale Tommaso d’Aquino” (S.I.T.A) è una associazione culturale autonoma, di carattere internazionale, a norma del vigente diritto italiano, che intende promuovere un approfondito dialogo tra il pensiero di S. Tommaso e la cultura del nostro tempo [Statuto, art. 1]. Essa persegue lo studio profondo e aggiornato dell’opera dell’Aquinate, la diffusione della sua dottrina, l’esame dei fondamentali problemi contemporanei, specialmente quelli riguardanti il pensiero cristiano. A tal fine, la “Società Internazionale Tommaso d’Aquino”  (S.I.T.A) promuove la costituzione di Delegazioni locali di studio, possibilmente riunite in Sezioni nazionali, per trattare problemi di teologia, filosofia e scienze dell’uomo e della natura, anche a livello interdisciplinare[Ibid. Art. 4, c]. Organizza seminari, corsi, incontri e congressi regionali e internazionali, e incoraggia pubblicazioni consone alla natura e ai fini della Società. Collabora con altri centri o società che favoriscono la ricerca del pensiero tomista e il dialogo con la cultura moderna.

Cenni di storia

Alla “Società Internazionale Tommaso d’Aquino” (SITA) si iniziò a pensare durante il Congresso Internazionale Tommaso d’Aquino, tenutosi a Roma e a Napoli nell’aprile del 1974, in occasione del settimo centenario dalla morte del Dottore Angelico. Gli organizzatori, i Padri Domenicani Aniceto Fernández, Benedetto d’Amore e Abelardo Lobato proposero la creazione di una società tomistica che raccogliesse lo spirito del Congresso e mantenesse il dialogo con il pensiero corrente. Anche l’allora Cardinale Karol Wojtyla, che partecipò attivamente al Congresso, auspicava un nuovo ritorno a San Tommaso per fondare su una base umanistica cristiana la vita etica della società attuale [Abelardo Lobato, Abelardo, haz memoria – Las obras y los  días, pag.15,  Edicep de Valentia, 2011]. Nel 1976 ebbe luogo a Santa Margherita Ligure (Genova) la prima riunione della nuova società tomistica, presieduta dal Cardinal Wojtyla, che diventò il “socio numero uno”, e propose anche le prime cariche della società: Presidente, il Maestro Generale dell’Ordine dei Domenicani, P. Vicente de Couesnongle; Vicepresidente P. Aniceto Fernández; Direttore esecutivo P. Abelardo Lobato e Segretario P. Benedetto D’Amore ( la Segreteria verrà ospitata presso la sede di Incontri Culturali, in Via Panisperna 261, accanto alla Pontificia Università S. Tommaso d’Aquino  – Angelicum – Roma).
Il 28 maggio 1978 la “Società Internazionale Tommaso d’Aquino” fu formalmente costituita presso il notaio Franco Cavallaro, Roma. Nel 1979, in occasione del centenario della pubblicazione dell’enciclica Aeterni Patris, la SITA organizzò, in collaborazione con l’Università San Tommaso di Roma,  il suo I° Congresso Internazionale (Tommaso d’Aquino nel I Centenario dell’Enciclica “Aeterni Patris” [Cfr Atti]) che fu chiuso dal suo socio numero uno, Papa Giovanni Paolo II.

Nel 1985 P. Abelardo Lobato organizzò il II° Congresso Internazionale dedicato a L’anima nell’antropologia di S. Tommaso d’Aquino [Cfr Atti]. L’occasione era stata la pubblicazione dell’edizione critica del commento dell’Aquinate al trattato De anima di Aristotele [Sentencia libri de anima, Commissio Leonina, 1984]). Anche questo Congresso fu chiuso da Papa Giovanni Paolo II con un’udienza in Vaticano. L’assemblea dei soci elesse come nuovo Presidente P. Cornelio Fabro, illustre tomista del novecento; il Direttore esecutivo rimase P. Lobato, e P. Daniel Ols divenne Segretario. Seguirono anni di notevole attività, sia di incontri di studio semestrali (che si sono tenuti presso l’Università Angelicum), sia di contatti e iniziative per la creazione di nuove Sezioni in Europa e America latina. Nel 1991 si tenne il III° Congresso Internazionale dedicato al tema Etica e società contemporanea [Cfr Atti]. Vi parteciparono oltre quattrocento congressisti che, ancora una volta, furono ricevuti in udienza da Giovanni Paolo II in Vaticano. L’assemblea riconfermò P. Lobato come Direttore esecutivo e nominò come nuovo presidente P. Battista Mondin, tomista di fama internazionale e scrittore prolifico. Il IV° Congresso Internazionale (El problema del hombre y el misterio de Jesucristo [Cfr Atti]) si tenne nel 1997 a Barcellona, dove la sezione locale della SITA, diretta dal Prof. Eudaldo Forment, aveva dato notevole impulso alle attività di studio e ricerca. P. Lobato fu eletto Presidente, il Dr. Eudaldo Forment Direttore esecutivo e il Prof. Enrique Martínez Segretario; la società Balmesiana di Barcellona diventava per alcuni anni la nuova sede della Segreteria. Successivamente, grazie alla collaborazione con istituzioni quali ICUSTA (Internacional Council of Universities Saint Thomas Aquinas) e FASTA (Fraternidad de Agrupaciones Santo Tomás de Aquino) si intensificò l’espansione della SITA in Europa (specialmente nei paesi dell’Est: Polonia, Romania, Rep. Ceca, Ungheria) e in America latina (Cile, Messico, Argentina, Colombia, etc.). Poco dopo iniziò un’altra decisiva collaborazione, quella con la Pontificia Accademia di San Tommaso (PAST), resa possibile grazie alla nomina di P. Abelardo Lobato, socio della SITA fin dalla prima ora, a Presidente della PAST. Così SITA e PAST hanno potuto organizzare insieme il Congresso Tomistico Internazionale del 2003 (il 5° della SITA e il 10° della PAST), che si tenne a Roma. Il titolo del Congresso è stato: L’umanesimo cristiano nel III millennio: prospettiva di Tommaso d’Aquino[1]). La prof.ssa Lorella Congiunti fu eletta Direttrice esecutiva, e P. Lobato fu riconfermato Presidente. Nel 2005, a seguito delle dimissioni di P. Lobato, ammalato, l’assemblea elesse come nuovo Presidente della SITA il P. Vincenzo Benetollo o.p.  mentre la prof.ssa Congiunti fu confermata Direttrice esecutiva, e P. Elvio Fontana amministratore (e più tardi anche Segretario). Nel 2008, in occasione dei 30 anni di fondazione della SITA, si è tenuto un Congresso dedicato a “San Tommaso d’Aquino nel XXX anniversario della SITA” [Cfr Atti].

Struttura e persone

La “Società Internazionale Tommaso d’Aquino” è aperta a tutti. Per “soci fondatori” si intendono coloro che sono intervenuti all’atto costitutivo. Sono “soci ordinari” coloro che a) aderiscono alla natura e ai fini della SITA, b) possiedono una laurea o titolo culturale equipollente, c) vi sono ammessi dal Consiglio Direttivo. Sono “soci collaboratori” coloro che contribuiscono notevolmente ai fini della Società.

Il Consiglio Direttivo è nominato dall’assemblea sociale, ed è composto dal Presidente, da due Vice-Presidenti, dal Direttore esecutivo, dal Segretario, dall’Amministratore e da alcuni Consiglieri (da cinque a dieci). Le cariche durano cinque anni e possono essere riconfermate.

Annuncio: nel 2017 un Congresso Internazionale a Bologna

Il Prossimo Congresso Internazionale della SITA (il sesto) si terrà a Bologna dal 20 al 22 aprile 2017. Sarà dedicato all’antropologia di Tommaso d’Aquino e si intitolerà La persona è l’essere più perfetto di tutta la natura («id quod est perfectissimum in tota natura», I, q. 29, a. 3) . Si dividerà in 4 sessioni: dal punto di vista storico, metafisico, etico e politico. Ciascuna sessione avrà un relatore principale, a cui seguiranno le presentazioni accettate con il metodo call for papers. Ci sarà anche una quinta sessione dedicata a un concorso di opere multimediali che focalizzino l’attualità del pensiero di Tommaso nel nostro tempo.

[1]          Atti del Congresso Internazionale su L’umanesimo cristiano nel III millennio: la proposta di Tommaso d’Aquino, Pontificia Academia Sancti Thomae Aquinatis, Città del Vaticano 2005.